Crea sito

NEL LIBRO VISIONI DI MAXIMO DE MARCO, SVELATA LA LETTERA SEGRETA PER PAPA FRANCESCO!

Pope Francis delivers his message during the weekly general audience on October 24, 2018 at St. Peter’s square in the Vatican. (Photo by Vincenzo PINTO / AFP)

Tra le varie Visioni , contenute nel nuovo libro dello scrittore e regista convertito Maximo De Marco , quella del messaggio che la Madonna ha dato all’autore del libro, per Papa Francesco, la notte in cui il Pontefice e’ salito sul Trono Petrino!

Un messaggio di esortazioni affinche’ la Chiesa eviti la distruzione totale della sua Sacra Istituzione secolare.

Un processo gia’ iniziato da tempo, con terremoti interni, scissioni, scandali e peccati innominabili, commessi da alti prelati a cui solo il Papa attuale puo’ porre rimedio!

Tra le varie visioni . anche l’abdicazione di Benedetto XVI e la venuta di Papa Francesco…

Questo il testo integro del messaggio, tratto dal libro VISIONI :

“ Questa visione ebbe luogo la sera in cui Papa Benedetto abdico’ al Trono Papale, ero in camera a riposare e una tristezza da vari giorni aveva stretto il mio cuore in una morsa, sentivo che qualcosa stava per succedere in seno alla Chiesa….dentro di me gia’ sapevo ma non volevo ancora crederci! Alle ore 20.00 del 28 febbraio 2013 diedero la notizia che il Papa lasciava il Trono Petrino e in quel momento sentii una voce che mi chiedeva di inginocchiarmi e di pregare per la Chiesa, mi inginocchiai davanti alla statuetta a me tanto cara della Madonna che custodisco gelosamente, e quella voce mi disse di prendere penna e foglio e di scrivere una lettera al nuovo Papa che sarebbe venuto dopo Papa Benedetto!

Lettera

Dalla mia conversione ho sempre chiesto un segno forte a Gesu’della sua presenza tra gli uomini…e questo segno l’ho avuto il giorno in cui il suo nome e’ stato pronunciato come successore di Pietro. La sera in cui alle ore 20.00 il suo precedessore, Papa Benedetto XVI lasciava il Trono Papale, sentii una voce dentro di me che mi invitava ad inginocchiarmi davanti l’immagine della Vergine Maria, una statua in gesso che ho trovato anni prima della mia conversione in una bancarella di Portaportese, questa voce mi invito’ a pregare per la Chiesa di Cristo, sentii un vuoto indicibile e un dolore profondo e piansi a dirotto chinato dinanzi alla Madonna.
Il  giorno della sua elezione a Papa ,quella stessa voce mi disse che Dio avrebbe mandato un uomo a salvare la Chiesa e che avrei dovuto consegnare un messaggio a quell’uomo affinche’ la Chiesa ricominciasse a rifiorire e Cristo ritornasse al centro di ogni cosa…
Ed eccomi qui a consegnarle questo messaggio…e’ un messaggio insolito ,perche’ la Madre Celeste mi ha fatto intuire chiaramente il senso di cio’ che voleva comunicarmi,ma poi e’ stato lo Spirito Santo a guidarmi e a scegliere le parole e la forma piu’ semplice e chiara per esporre il concetto,noi siamo solo degli umili mezzi di cui Gesu’ si serve …il resto e’ compito dello Spirito Santo che opera attraverso ognuno di noi…se il nostro Cuore e’ pronto a riceverlo e a riconoscerlo.
Il messaggio ruota attraverso tre punti essenziali:  
1) LA VOCAZIONE

“Non voi avete scelto me, ma io ho scelto voi e vi ho costituiti perché andiate e portiate frutto e il vostro frutto rimanga”
Da questa parola di Gesu’ bisogna ripartire per far

rifiorire le vere vocazioni nella chiesa,
senza la “vera vocazione” non ci saranno piu’ Buon Pastori… “Io sono il buon pastore, e conosco le mie pecore

e le mie pecore conoscono me“
Bastano pochi Buon Pastori per guidare tutte le pecorelle di questo mondo e riportare anche quelle sperdute,anziche’ una moltitudine di Cattivi Pastori che non fanno altro che disperdere il gregge…. “Chi di voi se ha cento pecore e ne perde una, non lascia le novantanove nel deserto e va dietro a quella perduta, finché non la ritrova? Ritrovatala, se la mette in spalla tutto contento, va a casa, chiama gli amici e i vicini dicendo: Rallegratevi con me, perché ho trovato la mia pecora che era perduta. Così, vi dico, ci sarà più gioia in cielo per un peccatore convertito, che per novantanove giusti che non hanno bisogno di conversione”
Bisogna spalancare le porte della Chiesa ed accogliere a braccia aperte coloro che Gesu’ ha scelto ,chiunque ama la Chiesa per vocazione e’ mandato da Gesu’.
Non conta lo studio,la dedizione,la serieta’, l’impegno,la predisposizione,l’eta’,la salute fisica ,cio’ che conta per Gesu’ e’ la vocazione ,perche’ la vocazione nasce dal cuore,ed e’ cio’ che deve contare per la Chiesa per scegliere i suoi sacerdoti che dovranno diventare dei Buon Pastori.
Se dobbiamo seguire la parola di Gesu’,non siamo noi uomini a dover decidere chi ha la vocazione per diventare sacerdote ma e’ Gesu’ che li deve scegliere per noi e inviarceli,la Chiesa deve solo compiere il gesto di accoglierli come doni del Cielo e amarli come il Padre li Ama e lasciare che lo Spirito Santo operi liberamente  attraverso loro.
La vocazione e’ un dono che viene da Dio non dall’uomo.
Come La Sapienza viene dallo Spirito Santo e non dallo studio …e non vi puo’ essere sapienza senza vocazione…un solo Sapiente puo’ guidare un intero Popolo…
Mentre  Un uomo dissennato e senza

sapienza porta alla rovina un intero popolo…
Se nella Chiesa di Dio vi abitano uomini senza “Vocazione” e senza “ Sapienza” allora si e’ certi di perseguire una probabile rovina
Dunque lasciate che la Chiesa di Dio si svuoti di coloro che vi abitano impropriamente senza “vocazione” e senza essere stati scelti da Gesu’,e fate in modo he restino  e che si riempia di persone scelte da Gesu’ e con la “vera vocazione”,perche’ si riedifichi e diventi un esempio da imitare di Cristo Vivo per ogni  uomo sulla Terra.Questa e’ l’unica via di salvezza per la Chiesa e per il Mondo Intero.

2)LA SANTITA’

Anche la Santita’ e’ un dono di Dio ,un dono pero’ che al contrario della vocazione e’ concesso a tutti gli uomini in virtu’ di essere riconosciuti come figli di Dio.
Ogni uomo puo’ e deve aspirare alla Santita’, una Santita’ che si rinnova a nuovo modello per permettere a tutti di arrivare alla Salvezza e alla Felicita’ Eterna.
Questa nuova Santita’ deve essere il frutto della natura umana che si lascia impermeare e guidare dallo Spirito Santo attraverso la fede, divenendo cosi’ una Santita’ “ordinaria” e non “straordinaria”.
Aspirare alla Santita’ non deve necessariamente significare abbracciare la sofferenza o rinunciare alle gioie di questa vita,ma semplicemente seguire la propria umanita’ con tutte le sue fragilita’ e limiti amando pero’ Cristo sopra ogni cosa e con esso i nostri fratelli , rinunciando solo a cio’ di cui la nostra vita non necessita.

3) LA CONVERSIONE DEL CUORE

La Chiesa come casa di Dio ha il dono di poter convertire i cuori,se risponde davvero all’Amore di Cristo.Per rispondere a questo Amore in modo incondizionato,bisogna aprire le porte agli ultimi e lasciare entrare nuova aria dentro le stanze ormai sature della Chiesa.
Bisogna ritornare bambini e lasciarsi meravigliare,lo stupore intenerisce lo spirito e induce a saper accogliere e a saper perdonare senza giudizio alcuno…ci aiuta a guardare il prossimo con disincanto
Senza soffermarci all’apparenza ma penetrando nel suo intimo…
La Chiesa non e’ chiamata a giudicare,ne’ a custodire ricchezze,ne’ a sugellare potere, ma semplicemente ad Amare,solo l’Amore e’ in grado di sciogliere e di convertire i cuori.

Il libro e’ pubblicato dalle Edizioni Ex Libris , con la Prefazione del Premio David di Donatello , Antonella Ponziani.

Un libro che man mano viene letto , suscita emozioni contrastanti e grande stupore, un opera in grado di togliere il respiro!